Stop telefonate commerciali: come funziona il Registro Pubblico delle Opposizioni

Scritto il 30 Gennaio 2023

|

4 minuti di lettura
ragazza da segno di stop con un telefono in mano

Detestate dalla maggioranza degli utenti, le telefonate spam rappresentano un vecchio modo di fare marketing aggressivo che, seppure superato, continua a creare qualche fastidio tra chi non vorrebbe ricevere telefonate pubblicitarie indesiderate. E che rappresenta ancora una fetta importante di mercato: in Italia sono operative circa 1400 aziende di telemarketing, per 2,8 miliardi di fatturato annuo. Proprio per dare ai cittadini la possibilità di scegliere se ricevere o meno queste telefonate, è nato il Registro Pubblico delle Opposizioni. Vediamo di cosa si tratta. 

  1. Che cos’è il registro delle opposizioni
  2. Perché ricevo ancora telefonate spam?
  3. Segnalare numero spam al Garante Privacy

Cos’è il Registro Pubblico delle Opposizioni

Il Registro Pubblico delle Opposizioni (RPO) è un registro nel quale ogni cittadino può inserire i propri numeri di telefono, così che questi non possano essere contattati per scopi commerciali. Si tratta di un provvedimento recente, entrato in vigore con il DPR 178/2010 e aggiornato con il DPR 149/2018 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 74 del 29 marzo 2022. L’obiettivo dichiarato è quello di garantire ai cittadini il loro diritto scegliere di essere contattati o meno a fini promozionali. Ma anche il loro diritto alla privacy: non bisogna dimenticare, infatti, che frequentemente le aziende che utilizzano questa tipologia di marketing aggressivo acquisiscono i numeri di telefono comprandoli da soggetti terzi che li raccolgono quando noi, accedendo a questo o quel servizio online, lasciamo il nostro numero per effettuare la registrazione. L’iscrizione al RPO, dunque, annulla i consensi al telemarketing e alla cessione a terzi di dati personali precedentemente rilasciati per accedere a un servizio, inoltre è a tempo indeterminato e potrà essere revocata in qualsiasi momento.

Perché ricevo ancora telefonate pubblicitarie?

Una volta registrati nel RPO, non si dovrebbero ricevere più telefonate. Gli operatori di call center che effettuano attività di telemarketing sono infatti obbligati a consultare il Registro mensilmente, o prima di iniziare una nuova campagna di vendita. Gli operatori, è importante sottolinearlo, non accedono ai dati personali degli utenti, ma soltanto alla lista di numeri che non possono chiamare. Eppure, molte persone sono iscritte al RPO ma continuano a ricevere telefonate commerciali. Come mai? Cosa fare? 

In realtà, la legge prevede che sia possibile ricevere chiamate da tutte le aziende di cui siamo clienti o con cui abbiamo chiuso il contratto da non più di 30 giorni, e a cui abbiamo fornito esplicito consenso. Inoltre, se dopo l’iscrizione al RPO forniamo il consenso ad essere ricontattati, per esempio se compiliamo un form, autorizziamo la società a contattarci e l’opposizione per quella società non ha più valore. Per essere esclusi anche da quella società, sarà sufficiente rinnovare l’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni: in altre parole, il RPO ci tutela solo dalle chiamate da parte delle aziende cui abbiamo dato il contatto prima della sottoscrizione del RPO stesso. 

Bisogna sempre prestare attenzione, perché online può capitare di prestare un nuovo consenso senza quasi accorgesene.

Telefonate di spam: come segnalarle al Garante della Privacy

Eppure, qualche telefonata indesiderata sembra comunque sfuggire dalla protezione del RPO. In questo caso, ci si può rivolgere al Garante Privacy. Il Garante Privacy ha infatti reso operativo il nuovo servizio telematico utile proprio a segnalare tutte le eventuali telefonate che continuiamo a ricevere nonostante l’iscrizione al RPO. Attraverso la procedura online, è possibile quindi bloccare questi numeri tenaci. 

Bisogna però tenere conto che, purtroppo, alcune aziende di telemarketing utilizzano numeri fittizzi per effettuare le proprie chiamate: in questo modo possono ignorare il RPO senza paura di essere rintracciati, evitando la multa molto salata prevista per chi non rispetta il RPO.

Bene ricordare che il registro delle opposizioni ha effetto esclusivamente sulle chiamate commerciali. Rimangono pertanto escluse: le campagne commerciali che vengono svolte tramite SMS e le campagne commerciali che vengono svolte tramite mail.

Vuoi maggiori informazioni?

Recati presso un punto OttimoPiano e parla con un nostro operatore specializzato!

Wiki Smart

OttimoPiano ti porta alla scoperta dell’universo smartphone, una parola alla volta!