Roaming: usare il proprio smartphone nell’Unione Europea 

Scritto il 30 Gennaio 2023

|

5 minuti di lettura
smartphone con scritto all'interno roaming free

Un tempo chiamare o ricevere chiamate fuori dall’Italia era estremamente costoso, per non parlare della navigazione internet attraverso l’utilizzo dei dati mobili. Nell’ottica di una maggiore integrazione tra paesi europei e di abbattimento delle barriere fisiche e digitali che limitano il libero spostamento dei cittadini europei all’interno dei confini UE, i costi di roaming sono stati abbattuti e ora puoi utilizzare il tuo piano tariffario in tutta l’Unione Europea, ma con alcune precisazioni. Scopriamo di più.

  1. Cos’è il roaming
  2. Utilizzo corretto del roaming
  3. Chiamate e messaggi illimitati all’estero 
  4. Connessione dati all’estero 
  5. Usare una sim prepagata all’estero 
  6. Roaming in aereo o nave
  7. Richiedere assistenza TIM per il roaming

Cos’è il roaming?

Il roaming è il servizio che ti consente di usare il cellulare quando ti trovi all’estero. Un tempo questo servizio era a pagamento anche se la connessione avveniva tra paesi UE, ma oggi non più. Il roaming tra paesi dell’Unione Europea (inclusi quelli dello spazio economco europeo: Islanda, Liechtenstein e Norvegia) è gratuito per connessioni da e verso il proprio paese (nel nostro caso, l’Italia) o all’interno del paese in cui ti trovi. Viceversa, la gratuità non si applica se da un paese estero contatti un altro paese estero diverso dall’Italia. In ogni caso, questa importante agevolazioni ha alcune condizioni.

“Utilizzo corretto” del roaming

Attenzione però, esiste il così detto “utilizzo corretto” dei servizi di roaming: per usufruire del roaming senza costi aggiuntivi, infatti, devi utilizzare il tuo dispositivo per più tempo nel paese nel quale hai sottoscritto il contratto telefonico rispetto al paese estero in cui ti trovi. Per esempio: se hai sottoscritto un contratto telefonico con TIM, un corretto utilizzo del roaming gratuito prevede che tu utilizzi il tuo dispositivo soprattutto in Italia. La soglia di utilizzo corretto è stabilita da un massimale esplicitato nel contratto telefonico: informati presso il tuo operatore o, se sei un cliente TIM a Milano, presso un centro OttimoPiano. Vi consigliamo di fare attenzione a questi aspetti contrattuali, perché gli operatori sono autorizzati a verificare i collegamenti effettuati negli ultimi 4 mesi: se hai trascorso più tempo all’estero che in Italia, ti verranno richieste spiegazioni e potrebbero essere applicate delle penali. 

Il funzionamento del roaming se vai all’estero è facile: quando ti rechi in un altro paese dell’UE, riceverai un messaggio dal tuo operatore di telefonia mobile che ti informa che sei in modalità roaming e ti ricorda la politica di utilizzo corretto.

Chiamate e messaggi all’estero senza limiti

Quando sei in roaming non si applicano limiti a SMS e chiamate vocali rispetto al volume previsto dal tuo contratto nazionale. Tutte le chiamate e gli SMS non inclusi nel tuo contratto, inoltre, ti saranno addebitati allo stesso importo che pagheresti nel tuo paese di origine: se il tuo contratto prevede chiamate illimitate, potrai chiamare senza limiti anche da e verso l’estero.

Per quanto riguarda la connessione internet all’estero, invece, bisogna fare attenzione: si applicano regole e limiti alla quantità di dati previsti dalla tua tariffa nazionale, e dipendono dal contratto che hai sottoscritto. 

Usare la connessione dati all’estero

Come abbiamo detto, navigare in internet da mobile è gratuito nei paesi UE, a patto che non si superi la soglia prevista dal proprio massimale. Queste soglie sono stabilite per garantire il corretto utilizzo del roaming: in poche parole, per fare in modo che tutti i viaggiatori abbiano accesso alla connessione, impedendo che un utilizzo smodato del roaming possa intasare le linee. 

Come abbiamo visto, se nel tuo paese hai internet illimitato potrai utilizzare dati illimitati anche all’estero. C’è solo un’eccezione: se paghi un prezzo unitario di dati mobili molto basso (inferiore a 1 euro / GB), il tuo operatore potrebbe applicare un limite di “utilizzo corretto” per i dati in roaming che può essere inferiore al tuo monte dati nazionale. In tal caso, il tuo operatore sarà tenuto a informarti della soglia imposta.

Usare una SIM prepagata all’estero

Se utilizzi una SIM prepagata puoi usare il telefono nei paesi dell’UE senza costi aggiuntivi. Ma il tuo operatore mobile può applicare un limite ai dati in roaming senza costi aggiuntivi se paghi per unità di dati e il prezzo nazionale per unità è inferiore a 2 euro per GB. Questo limite dovrebbe corrispondere almeno al volume ottenuto dividendo per 2 euro il credito rimanente sulla carta prepagata non appena cominci a usare i servizi di roaming dati. Tale credito, certamente, può essere ricaricato durante il tuo periodo all’estero, attraverso le modalità previste dal tuo gestore.

Roaming in aereo o in nave

L’utilizzo del servizio di roaming in aereo o in nave non prevede costi aggiuntivi, se stai viaggiando nei confini UE. Ma occorre fare molta attenzione, perché questa agevolazione è valida solo se si stabilisce una connessione con una rete mobile terrestre. Molto spesso, invece, in mezzo al mare o in alta quota il tuo dispositivo potrebbe collegarsi a una rete satellitare: in questo caso pagherai al consumo, e il conto potrebbe essere molto salato. Per questo quando si viaggia in aereo o in nave è sempre opportuno passare in modalità aereo.

Roaming TIM: richiedere assistenza

Se hai qualche dubbio sull’utilizzo del roaming, non esitare a recarti presso uno dei punti OttimoPiano a Milano. I nostri operatori sapranno guidarti e consigliarti per partire in vacanza all’estero senza pensieri.

Wiki Smart

OttimoPiano ti porta alla scoperta dell’universo smartphone, una parola alla volta!